• Educazione sociale
    Costruire un ORATORIO quale luogo di educazione sociale dei ragazzi attraverso delle comunità alloggio.

  • Avviamento al lavoro
    Realizzare una struttura di avviamento al lavoro attraverso un centro di formazione professionale (es. pizzeria, ecc).

  • Sostegno ai minori Offrire servizi vari a sostegno dei minori.

    Sostegno ai minori
    Offrire servizi vari a sostegno dei minori.

  •  Ambiente familiare Creare un ambiente familiare e confortevole… atmosfere sconosciute a e desiderate

    Ambiente familiare
    Creare un ambiente familiare e confortevole… atmosfere sconosciute a e desiderate

  • Edificare un centro a sostegno dell’età anziana.

    Centro anziani
    Edificare un centro a sostegno dell’età anziana.

Storia

 

L’associazione “Orizzonte di Speranza” è stata costituita nell’ottobre del 2004 come gruppo di lavoro. E’ operante presso i locali della Chiesa Cristiana Evangelica ubicata in Viale Grimaldi, 16 – Quartiere di Librino.

L’Associazione ha realizzato nel dicembre del 2004 il progetto “Nuovi Orizzonti”, attraverso il quale si è proposta di interagire con le famiglie, per individuare il disagio che porta il minore ad allontanarsi dall’istituzione scolastica e fare rientrare l’alunno nel circuito educativo formativo.

Tale progetto è stato convalidato da un Protocollo di Intesa in data 31.01.2005, con il quale l’Associazione ha formalizzato un accordo con i Servizi Sociali e il Comune di Catania, per un tempo di due anni, durante il quale si impegna di portare a termine gli obiettivi prefissati.

L’Associazione “Orizzonte di Speranza” è iscritta nelle sezioni a) Solidarietà Sociale e c) Socio-culturale ed educativa del Registro Generale Regionale delle organizzazioni di volontariato previsto dall’art.6 della L.R. 07.06.1994, n. 22 – D.D.R. n. 3376 del 21.10.05.

 

PRESENTAZIONE DELL’ASSOCIAZIONE “ORIZZONTE DI SPERANZA”

 

L’Associazione ha pensato di promuovere un intervento di prevenzione e di contrasto ad ogni situazione di difficoltà per l’inserimento scolastico e sociale, diretti a tutti i minori appartenenti ai quartieri più svantaggiati ed a maggiore rischio di esclusione sociale e culturale, nonché di devianza minorile.

 

Da un’attenta analisi dei disagi familiari e sociali dei minori  e delle loro famiglie nel territorio di Librino, è emerso che la maggior parte dei soggetti aventi problemi nell’ambito familiare ha anche problemi di evasione, abbandono o frequenza scolastica irregolare. Tali disagi spesso legati; come abbiamo potuto personalmente appurare nelle zone più povere e degradate del quartiere,  alla mancanza o alla precarietà del lavoro, all’assenza del capofamiglia per ragioni di carattere penale, all’abbandono del tetto coniugale da parte di uno dei due genitori,

Lo svantaggio socio culturale dell’ambiente di provenienza non permette uno sviluppo armonico, dal punto di vista formativo e sociale, di coloro che si trovano in tale situazione. Dato che il malessere non è circoscritto al minore in sé, ma parte e si estende in maniera esponenziale al tessuto socio familiare da cui il soggetto proviene, non si può intervenire esclusivamente in sede scolastica senza un contatto diretto con le famiglie.

Per fare degli interventi mirati bisogna, in primis, coinvolgere l’organizzazione sociale perché possa fornire al minore il supporto necessario per un adeguato sviluppo socio educativo formativo. Infatti, solo intervenendo nella riqualificazione dell’individuo quale persona avente diritti e doveri nella società possiamo contrastare i fenomeni di disagio minorile e fare opera di prevenzione, cura e recupero.

L’associazione “Orizzonte di Speranza” nasce come gruppo di lavoro nel marzo del 1998 nell’ambito della Chiesa Cristiana Evangelica “Gesù Cristo è il Signore”, chiesa membro della FCP (Federazione Chiese Pentecostali). Inizialmente il sostegno alle famiglie è stato prevalentemente di natura religiosa, volto alla cura delle anime, alla catechesi e all’educazione cristiana, accompagnato da un periodico supporto con la fornitura di beni alimentari di prima necessità a 200 famiglie povere.

Il lavoro di sostegno e assistenza del gruppo di volontari, sostegno nato in maniera spontanea nel tentativo di venire in soccorso ai pressanti bisogni degli abitanti di Librino, in particolare  le zone  di Viale Grimaldi e di Viale Moncada, si è sviluppato negli anni fino ad assumere le proporzioni di una presenza costante e ben organizzata.

L’azione sociale è interpretata in un’ottica di prevenzione  e di contrasto ad ogni situazione di disagio e di devianza in ambito minorile, nonché al recupero di minori, adolescenti e giovani.

Dal 02/02/2005 svolge attività di doposcuola  e recupero scolastico collaborando con i Servizi Sociali 17 di Librino e l’ufficio Dispersione Scolastica dell’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Catania, esaminato il progetto proposto dall’Associazione di Volontariato “Orizzonte di Speranza”, denominato “Nuovi Orizzonti”, ha ritenuto opportuno accogliere tale progetto, promuovendo, a tal fine, una attività, per una durata di due anni (secondo il Protocollo d’Intesa firmato il 31.01.05) integrata in tema di disagio scolastico e minorile. – (40 bambini che frequentano).

 

I membri del gruppo di lavoro (che adesso conta più di 30 persone) non hanno finora mai ricevuto alcun contributo di natura economica per la loro opera di volontariato, ma hanno sempre auto-finanziato tutti i progetti di sostegno.

 

Gode di una ottima reputazione nel quartiere, nonché dell’affetto della gente.

 

Obiettivi raggiunti periodo d’intervento dal 02/02/2005 al 30/05/06:

 

  • Rientro scolastico di ragazzi che avevano abbandonato la scuola e frequentano regolarmente, vengono aiutati ad inserirsi nell’ambito sociale. Un risultato che testimonia l’impegno per contrastare l’evasione scolastica e per la prevenzione di quei disagi minorili che sono frequenti in questi quartieri.
  • Sostegno post – scolastico (doposcuola), perseverante, con 25 minori con una età variabile dai 6 ai 14 anni, nei giorni di mercoledì – giovedì – venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.30, del Quartiere di Librino.
  • Corso di Computer per minori e genitori per raggiungimento di alfabetizzazione informatica.

 

 

L’Associazione ORIZZONTE DI SPERANZA, attenta alle problematiche relative al disagio minorile dei quartieri a rischio e per evitare la dispersione degli stessi, propone delle attività estive relative dall’estate 2006 fino ad oggi organizzando dei grest e attività ricreative per alcune scuole della provincia Catanese

 

Lascia un commento